Ritorna al corso di Management finanziario

 

Management finanziario

 

Il denaro è una merce di scambio che ci consente di semplificare il processo di creazione, trasferimento e condivisione del valore. In altre parole, il denaro non è che un mezzo per misurare gli scambi di valore tra le persone.

 

Ad esso, però, noi associamo una miriade di emozioni, sia positive che negative, e può diventare per noi fonte di ansia, frustrazione, insicurezza, ira, umiliazione, oppure di orgoglio, libertà, sicurezza, serenità.

 

Secondo Anthony Robbins (1998), il motivo più comune per cui la maggior parte delle persone non arriva ad avere il successo finanziario, è che esse hanno associazioni contrastanti riguardo a ciò che bisogna fare per avere più denaro e a quello che significherebbe averne più del necessario. Se da un lato ritengono che potrebbero finalmente avere l’occasione di realizzare tutto ciò che hanno sempre sognato, dall’altro temono di essere giudicati materialisti o persone che hanno fatto soldi a danno del prossimo.

 

Come ogni altro aspetto della vita, riuscire ad ottenere ricchezza ed abbondanza finanziaria dipende per il 50% dalla psicologia e per il 50% dalla strategia. Questo significa che l’atteggiamento e le convinzioni che abbiamo nei confronti del denaro sono determinanti nel creare la nostra ricchezza.

 

I motivi fondamentali per cui le persone non riescono a guadagnare sono:

  • non hanno definito con chiarezza che significato ha il termine "ricchezza" per loro;

  • l’hanno definita in modo tale da rendere impossibile il raggiungerla;

  • di conseguenza, sono convinti di non poterla realizzare;

  • associano emozioni e/o credenze negative al creare e possedere ricchezza;

  • ottenere un’assoluta abbondanza finanziaria non è un "imperativo categorico" per loro;

  • non sviluppano una strategia concreta e realistica per costruire ricchezza

  • se hanno una strategia, non la perseguono con costanza;

  • permettono ai momenti di crisi finanziaria di trasformarsi in catastrofi finanziarie;

  • hanno dimenticato qual è la condizione indispensabile per far crescere le loro attività: al termine di ogni anno, vi deve essere il profitto;

  • permettono a persone a loro vicine di influenzare la realizzazione dei loro piani.

Un altro motivo per cui tante persone non riescono a controllare il loro denaro è che ritengono il mondo della finanza troppo complicato per loro, e per questo si affidano ai cosiddetti "esperti" per la gestione dei loro soldi. Assumere la responsabilità delle proprie finanze è invece indispensabile per poterne avere il controllo e gestirle al meglio. Questo non significa rinunciare a ricorrere all’ausilio di persone esperte, ma nessuno può prendersi a cuore il nostro denaro più di quanto riusciamo a fare noi stessi. Una volta afferrati i principi fondamentali della gestione finanziaria, controllare il flusso del proprio denaro diventa relativamente facile.

 

I principe chiave per l’abbondanza finanziaria sono molto semplici:

  • spendere meno di quanto si guadagna

  • investire la differenza

Questa regola vale tanto per i singoli individui quanto per le aziende. Se un’organizzazione desidera prosperare, deve rispettare questi principi:

  • le entrate provenienti dalle vendite devono essere maggiori del denaro che esce per i vari capitoli di spesa;

  • servizi e prodotti devono essere venduti ad un prezzo maggiore di quanto costi all’azienda immetterli sul mercato;

  • il denaro che si ottiene prende il nome di produzione e va reinvestito.

L’essenza del management finanziario consiste nel decidere come usare i fondi per far funzionare l’attività ed aumentare produzione ed entrate.

 

La perdita più grande per le finanze proprie o di un’organizzazione sono le entrate perse o mai fatte. Questa perdita è superiore alla cifra che sarebbe possibile recuperare facendo economie sul piano finanziario. Non ha alcun senso, infatti, investire tempo e risorse per cercare di capire come risparmiare qualche euro, mentre si sta magari trascurando di sviluppare nuove mercati o di diversificare prodotti e servizi.

 

Il denaro di oggi, saggiamente investito negli studi di marketing per capire l’orientamento di mercato, è quello che garantirà le entrate di domani.

 

Il motivo per cui tante aziende non riescono a crescere e a svilupparsi è che non conoscono questo principio e introducono i loro prodotti in modo inadeguato sul mercato. Per questa ragione, le attività di management finanziario e di marketing dovrebbero avere un supervisore che abbia una conoscenza approfondita di entrambi i settori.

 

Riferimenti bibliografici

Robbins, A. (1998) Come migliorare il proprio stato mentale fisico e finanziario, Bompiani, Milano.

 

Ritorna al corso di Management finanziario

 

 

 

Area risorse Gratuite
vieni a visitare e scaricare le risorse gratuite!
» La società
 
Formatori de Il Sole 24 ore
 
 Ricerca nel sito
 

Iscriviti ad una delle nostre newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle novità di Manageconsulting.it .
E-mail :
Nome :
Iscrizione
Rimozione
Manageconsulting.it | Mappa
Informativa | Manage Consulting International 2000/2017 - Tutti i diritti sono riservati | P.Iva : 03666260280
by Ewebb.it
Utilizziamo i cookie per offrire una migliore esperienza agli utenti del nostro sito. Utilizzando il sito, dichiari di accettare l'uso dei cookie. Ho capito